Uncategorized

10 ottimi motivi per passare alla cup

Dopo oltre un anno di felice utilizzo e dopo aver cercato di contribuire alla sua diffusione regalandola alle amiche, incontrando purtroppo molto spesso un elevatissimo livello di perplessità, ritorno a parlare della cup, la coppetta mestruale, cercando di mettere in luce dieci ottimi motivi che potrebbero spingervi a compiere il passo decisivo verso una piccola grande rivoluzione femminile decisamente liberatoria: niente più assorbenti, tamponi o salvaslip da acquistare all’ultimo momento, soldini risparmiati ed innegabili benefici per l’ambiente, vista la concreta riduzione dei rifiuti prodotti in quei giorni.

1) La cup è ecologica. Permette di salvare dal ciclo dei rifiuti centinaia di assorbenti e salvaslip utilizzati da una sola donna nel corso del periodo fertile. Tra i rifiuti non finiranno più nemmeno involucri, confezioni e parti costituite da materiale plastico non riciclabile di vario genere.

2) Passare alla cup significa non dover più spendere un centesimo per l’acquisto di protezioni mestruali per almeno un decennio. Le cup sono costituite da materiali resistenti, facilmente lavabili, sterilizzabili e riutilizzabili in sicurezza. L’acquisto di una cup permette dunque di risparmiare parecchio ed i conti sono presto fatti, se si pensa che il prezzo di una di esse può ammontare a soli 15 euro circa.

3) La cup può essere indossata comodamente nello svolgimento di attività sportive, in palestra, al mare o in piscina, senza il timore che l’antiestetico cordino di cotone tipico degli assorbenti interni possa fuoriuscire dal costume.

4) Le cup sono costituite da materiali sicuri, atossici ed adatti al contatto con le membrane interne del corpo femminile. Il loro utilizzo non è legato all’insorgere della Sindrome da Shock Tossico (TSS), che costituisce la prima controindicazione all’utilizzo di tamponi interni.

5) I materiali utilizzati per costituire la cup sono stati studiati in modo che non possano favorire la proliferazione di germi e batteri, come invece purtroppo accade nel caso di assorbenti esterni o di tamponi interni, che assorbono e trattengono liquido tra le loro fibre, creando un ambiente umido adatto alla proliferazione di microrganismi. La cup raccoglie il liquido senza assorbirlo e senza provocare rischi di infezione.

6) Quando la cup è ben inserita e posizionata, la sua presenza non si avverte per nulla. Ci si può addirittura quasi dimenticare di indossarla. La cup può essere cambiata anche ogni 10-12 ore, in particolare in presenza di flusso normale-leggero e negli ultimi giorni del ciclo. Per prendere confidenza con essa, è bene inizialmente svuotarla con la stessa frequenza con cui si cambiava l’assorbente.

7) Un solo dispositivo potrà sostituire tutto ciò che utilizzavate precedentemente in occasione del ciclo: tamponi, assorbenti per la notte, assorbenti sottili e salvaslip. La cup può infatti essere indossata comodamente durante tutto il periodo del ciclo, sia di giorno che di notte.

8) Gli assorbenti interni non realizzati utilizzando esclusivamente cotone biologico potrebbero contenere tracce di pesticidi. Per la loro fabbricazione potrebbero essere stati utilizzati sbiancanti chimici, che a contatto con le mucose, a lungo andare, potrebbero dare origine ad effetti indesiderati non ancora conosciuti.

9) La cup può essere tranquillamente sostituita quando ci si trova fuori casa. L’unica attenzione realmente necessaria è quella di avere la possibilità di lavarsi accuratamente le mani prima dell’operazione, che con la pratica diventerà sempre più rapida. Potrebbe essere utile avere con sé dei fazzoletti di carta nel caso i bagni pubblici siano sprovvisti di carta igienica.

10) La cup non interferisce con il naturale scorrimento del flusso mestruale e non priva le mucose della loro protezione naturale, mettendo al bando la sensazione di secchezza generata dagli assorbenti interni, non interferendo con la naturale attività di lubrificazione vaginale.

 Marta Albè

8 thoughts on “10 ottimi motivi per passare alla cup

    1. Ciao Lara! Una cup può durare anche 10 anni senza rovinarsi. Durante il ciclo ne basta una sola. Magari può essere comodo averne una in più di scorta per sicurezza o averne anche una di taglia un po’ più piccola per i giorni di flusso minore.

      Marta

  1. io l’adoro! la utilizzo da ormai 4 anni ed è stata la svolta! vorrei che anche le mie amiche e tutte le donne la pensassero come noi. ma nel tempo ho incontrato cosi tanta ignoranza e chiusura tali da farmi desistere nel continuare a farle pubblicità!

    1. Ciao Serena! Sono felice di leggere della tua esperienza positiva. Anch’io mi sono resa conto che ci sono ragazze e donne timorose del cambiamento. Consiglio di provare almeno una volta, di procedere in modo graduale. E’ una piccola rivoluzione al femminile! Io non mi arrendo :)

      Marta

  2. Sto anche io pensando di comprarla, l’unica cosa che mi trattiene è il lavaggio fuori casa, ti trovi bene sempre? Basta una sciacquata e poi si reinserisce? Grazie, Elisa

    1. Ciao Elisa! Sì sì, io mi sto trovando sempre bene, anche fuori casa. Conta che il più delle volte non è necessario sostituire la cup tanto frequentemente quanto l’assorbente. Magari per sentirsi più sicure le prime volte fuori casa posso consigliare di portare con sè un assorbente di scorta (gli assorbenti lavabili, in particolare, sono ecologici!). Puoi provare ad iniziare gradualmente, cominciando ad usare la cup dapprima in casa per abituarti. Non è necessario fare un out out ed eliminare subito gli assorbenti normali. Si può procedere in modo graduale :) Fammi sapere! Marta :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...