libri

Amare in consapevolezza

Cosa sappiamo davvero dell’amore? Ho l’impressione che ne sappiamo davvero ancora troppo poco.

Che l’amore è tutto ciò che esiste, è tutto ciò che sappiamo dell’amore, diceva Emily Dickinson. Non conosciamo abbastanza bene l’amore fino a quando non lo viviamo in prima persona, ma come facciamo a essere sicuri che sia amore vero e non un’illusione?

Dovremmo vivere l’esperienza di entrare a contatto con l’amore universale (suppongo) come fonte di ogni sfumatura dell’amore.

Amare in consapevolezza, cosa significa? Te lo sei mai chiesto?

Esistono degli insegnamenti universali sull’amore che valgono per tutti e vanno oltre le convinzioni o le credenze di ciascuno.

A questo proposito nelle ultime sere ho letto un libro che si chiama proprio Amare in consapevolezza. L’autore è Thich Nhat Hanh, monaco del buddismo Zen. Il suo discorso sull’amore è in parte legato al buddismo ma i concetti che esprime e i consigli che ci dona penso possano valere davvero per tutti, anche per te che in questo momento pensi di aver perso del tutto la fiducia nell’Amore, quello con la maiuscola.

“Se versi una manciata di sale in una tazza d’acqua, l’acqua diventa imbevibile; se invece versi il sale in un fiume la gente può continuare ad attingerne l’acqua per cucinare, lavare e bere. Il fiume è immenso e ha la capacità di ricevere, abbracciare e trasformare”.

Inizia con queste parole il discorso sull’amore dell’autore.

Secondo Thich Nhat Hanh, quando il nostro cuore è ristretto, in noi la compassione e la comprensione sono limitate, il che ci fa soffrire: non riusciamo ad accettare o tollerare gli altri coi loro difetti e pretendiamo che cambino.

Quando il nostro cuore si espande, invece, quegli stessi difetti non ci fanno più soffrire: abbiamo in noi tanta comprensione e compassione e siamo in grado di abbracciare gli altri; li accettiamo così come sono, dando loro la possibilità di trasformarsi.

Insomma, non riusciamo ad accettare e tollerare gli altri e non possiamo abbracciarli e amarli quando non siamo in grado di fare altrettanto prima di tutto con noi stessi.

Proprio per questo motivo in uno degli ultimi post ti avevo ricordato di imparare ad amarti e ti avevo svelato un piccolo segreto.

Come ti accennavo, per provare ad esplorare il mondo e per donare amore agli altri bisogna partire innanzitutto dalla consapevolezza di noi stessi, di chi siamo, di cosa desideriamo e di ciò che vogliamo per il nostro futuro.

Per questo motivo mi sento davvero in linea con il pensiero di Thich Nhat Hanh quando nel suo libro afferma che noi siamo persone complete e che non abbiamo bisogno di un’altra persona per completarci.

Dentro di noi c’è tutto.

amare-in-consapevolezza

Quando vogliamo una persona accanto è perché sappiamo che è bello condividere tutta la preziosità della vita, sia nei momenti di gioia che quando ci sono delle difficoltà.

L’amore, quando c’è, ha bisogno di nutrimento.

“Ogni cosa ha bisogno di nutrimento per vivere, perfino l’amore: se non lo sappiamo alimentare appassisce” – come ricorda Thich Nhat Hanh.

Quando nutriamo la felicità in noi e le diamo sostegno, in quel momento stiamo alimentando la nostra capacità di amare. Per questo, amare significa imparare l’arte di alimentare la propria felicità.

Se imparerai ad aumentare la tua felicità ad un certo punto ne avrai a disposizione in abbondanza così da poterla condividere con l’altro.

Quando starai cercando di riconoscere il vero amore, ricorda che il vero amore ti dà freschezza, solidità, libertà e pace. Implica un profondo sentimento di gioia di essere vivi. Se non ti senti così quando provi amore, quello non è vero amore.

Il vero amore ha il potere di guarire e trasformare qualunque situazione e di rendere la vita profondamente significativa.

Alla base dell’amore troviamo la comprensione. La persona che è accanto a te deve essere come il tuo migliore amico e devi imparare a comprenderlo fino in fondo per realizzare l’amore. Ascolto, rispetto, condivisione e consapevolezza sono il nutrimento dell’amore.

Il libro descrive la meditazione dell’abbraccio come strumento di comprensione e di manifestazione dell’amore. Te ne avevo parlato in questo articolo dove potrai scoprire come praticarla passo dopo passo.

“Il vero amore si genera da dentro; perché possa esistere occorre sentirsi completi in se stessi, non bisognosi di qualcosa dall’esterno. Il vero amore è come il sole: splende di luce propria e offre quella luce a tutti”.


amare-in-consapevolezza-libro-copertina

Autore: Thich Nhat Hanh
Titolo originale: How to love
Titolo italiano: Amare in consapevolezza
Casa editrice: Aam Terra Nuova
Anno: 2016


Per approfondire leggi: Mangiare in consapevolezza e La meditazione dell’abbraccio

Segui la pagina Facebook di Yoga della Gioia

Marta Albè

marta.albe@yahoo.it

Foto da Etsy

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...