libri · meditazione · yoga

Che rabbia! Come riportare la calma tra i bambini

Tra le emozioni più forti che puoi provare nella vita ecco la rabbia. Impazienza, agitazione, rabbia e altre emozioni contrapposte alla calma possono travolgere sia gli adulti che i bambini.

Lo Yoga, la meditazione e delle buone letture possono essere d’aiuto per tutti, a partire dai più piccoli.

Di come gestire la rabbia avevo già parlato qui e ora voglio aggiungere qualche spunto pratico che potrebbe essere utile anche a te e ai tuoi bambini.

Ti voglio parlare di un libro per bambini che trovo molto utile anche per i grandi e di una pratica di meditazione da sperimentare in pochi minuti.

Che rabbia!

Che rabbia! è un libro illustrato per bambini dell’autrice Mireille d’Allancé, edito da Babalibri. Lo potrete leggere ai vostri bimbi o ai vostri nipoti e anche a scuola se siete degli insegnanti oppure durante un corso di Yoga per bambini, come storia educativa.

Il protagonista è il piccolo Roberto, un bambino che ha passato una brutta giornata. La sera a tavola si trova davanti un piatto di spinaci che proprio non vuole mangiare. Il papà allora lo manda a letto senza cena.

che rabbia libro

Quando Roberto arriva nella sua cameretta ecco che una grande ‘Cosa’ rossa inizia a prendere forma: è la rappresentazione della rabbia che dovrà sfogarsi per far comprendere a Roberto come riportare la calma nella sua stanza e dentro di sé prima che la giornata finisca.

Piccola meditazione per ritrovare la calma

Sperimenta quando vuoi un semplice momento di meditazione utile per ritrovare la calma in caso di rabbia, agitazione, impazienza: la meditazione delle onde del mare.

  • Siediti a gambe incrociate, cerca di tenere la schiena dritta, appoggia le mani sulle ginocchia con i palmi rivolti verso l’alto e chiudi gli occhi.
  • Questa meditazione si può praticare anche a coppie formate da due bambini, da due adulti o da genitore e bambino, ad esempio. In questo caso ci si siede a gambe incrociate uno di fronte all’altro, ci si prende per mano e si chiudono gli occhi.
  • L’idea è quella di ritrovare dentro di sé e/o di cercare di trasmettere all’altro uno stato di calma.
  • Immagina il mare con le sue onde che appaiono dapprima alte e minacciose e che man mano si distendono verso la riva diventando sempre più piccole e dolci fino a formare una distesa d’acqua completamente calma e piatta.
  • Accompagna la visualizzazione con dei respiri lenti e profondi.
  • Poi, se vuoi, scrivi ciò che hai immaginato durante la meditazione oppure rappresentalo con un disegno (e chiedi ai bambini di fare altrettanto).

Si tratta di una piccola pratica di meditazione che sto sperimentando nei miei corsi di Yoga per bambini e Yoga per la famiglia. Il consiglio – in caso di tendenza all’agitazione, alla rabbia e all’impazienza – è di praticarla ogni giorno per cinque minuti da soli, a coppie o in famiglia.

Se sperimenti questa pratica e vuoi condividere le tue impressioni o se hai bisogno di ulteriori consigli scrivimi pure un’email o lascia un commento.

 Marta Albè

marta.albe@yahoo.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...