Inglese facile e divertente per i bambini

Chi mi conosce lo sa: sono quel tipo di mamma che vuole contribuire in prima persona all’apprendimento e all’istruzione del proprio bambino e, di conseguenza, sono già alla ricerca degli strumenti più adatti per farlo al meglio, ora e in futuro.

Amo i viaggi e le lingue straniere, da sempre. Sono stata fortunata: la mamma mi leggeva fiabe della buonanotte in inglese e francese quando ero piccola e crescendo ho potuto coltivare il mio amore per la lettura e lo studio. Il primo libro che presi in prestito in biblioteca quando avevo sei anni era una favola illustrata in inglese. Ero felicissima e conservo un fantastico ricordo di quel momento.

Ecco, questo sono stati i miei primi passi di avvicinamento alla lingua inglese e alle lingue straniere più in generale.

Quali sono stati i tuoi primi passi e quelli dei tuoi bambini? Hai già pensato a quando e come potranno iniziare ad imparare una lingua straniera?

Da quando il mio bimbo è nato ho cominciato a chiedermi cosa avrei potuto fare per avvicinarlo fin da piccolo all’inglese – una lingua che è ormai imprescindibile da conoscere per poter comunicare con tutto il mondo.

Perché introdurre l’inglese nella vita dei bambini già da piccoli?

Il motivo principale, secondo me, è che quella fase della vita dei bambini che va da 0 a 6 anni è un momento magico per l’apprendimento; i bambini imparano, imitano e apprendono molto facilmente, quasi come se il loro cervello fosse una spugna. E il loro cervello è così agile da permettergli di non fare confusione tra le lingue.

Ecco perché avvicinare i bambini a una lingua utile come l’inglese è una buona idea: lo impareranno più facilmente, come se fosse un gioco, e quando frequenteranno la scuola molto probabilmente avranno meno problemi e ameranno le lezioni.

Capisco che non tutti i genitori si sentano in grado di prendersi la responsabilità di insegnare l’inglese ai bambini reinventandosi o improvvisandosi “maestri”, magari perché si sentono insicuri, hanno poco tempo o non hanno una pronuncia perfetta, non sono madrelingua o bilingui e non vogliono insegnare cose errate.

Però sarebbe un peccato non fare nulla e rimanere con le mani in mano finché non arriverà la scuola ad imporre e dover far digerire l’inglese ai bambini di punto in bianco. E per fortuna esiste una soluzione interessante a tutti i dubbi che i genitori possono avere.

Voglio arrivare preparata e dare una base al mio bambino prima che giunga il momento della scuola perché credo possa facilitarlo in futuro e perché so bene che si può imparare l’inglese in modo facile e divertente. Lo stesso vale per altre lingue straniere e ad esempio per chi arriva dall’estero e vuole imparare l’italiano. Ho una laurea in lingue e qualche esperienza di insegnamento, ti posso confermare in prima persona quanto detto finora.

Ho voluto ricercare un metodo facile e divertente per avvicinare a piccoli passi mio figlio all’inglese e quando per una felice coincidenza l’ho trovato quasi non ci credevo.

Il metodo di apprendimento che sognavo esiste già, è fruibile grazie a un percorso multimediale ed è consigliato ai bambini dai 3 agli 8 anni.

Per questo motivo se sei una mamma o un papà interessato all’inglese per bambini, voglio invitarti a conoscere il progetto Kokoro Lingua.

Kokoro Lingua propone un corso di inglese per bambini dove sono proprio i più piccoli i protagonisti. Gli “insegnanti” sono bambini madrelingua inglese che pronunciano frasi e dialoghi in contesti facili da comprendere grazie all’intuizione e all’empatia.

Il progetto è ispirato alla psicologia positiva, al metodo Montessori e all’apprendimento attraverso le emozioni.

Kokoro Lingua mette a disposizione dei bambini e dei loro genitori 36 video della durata di 10 minuti ciascuno, di cui usufruire nel corso di un programma di apprendimento di 12 mesi.

I video sono brevi e coinvolgenti e sono accompagnati da schede da compilare per i bambini che sanno già scrivere o da colorare per i più piccoli. Chi non volesse o non potesse utilizzare i video, può scegliere di ascoltare le lezioni di inglese grazie al corrispondente file audio. E vengono proposti dei giochi e delle attività facili da svolgere con uno o più bambini sotto la semplice guida di un adulto per rendere l’apprendimento ludico e divertente.

Imparare giocando e divertendosi è il modo migliore per apprendere qualcosa di nuovo.

Empatia, intuizione, gioco, coinvolgimento dovrebbero essere le parole chiave per aiutare i bambini in qualsiasi tipo di apprendimento perché imparare non dovrebbe essere mai noioso ma anzi sempre il più possibile stimolante e coinvolgente.

Se vuoi capire meglio come funziona la proposta di Kokoro Lingua puoi scoprire tutto qui.

Un mondo che cambia è un universo che si trasforma in meglio: inclusivo, aperto verso gli altri, verso culture differenti dalla nostra che ci possono arricchire interiormente ad ogni età. Grazie all’aiuto di noi genitori le nuove generazioni potranno fare grandi cose, sei d’accordo?


Ps. Ci sono delle agevolazioni speciali per i miei lettori e in più Kokoro Lingua si impegna a donare corsi sia alle scuole che alle famiglie in difficoltà e anche tu potrai supportare questo progetto dedicato all’inglese facile e divertente per tutti i bambini e alla portata di tutti.

Marta Albè

Photo Credits: Unsplash

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.