Oltre la paura

crescita personale, mindfulness

Di cosa abbiamo paura? Quali paure hanno in comune la maggior parte delle persone? Una di queste paure è il dolore. Abbiamo paura del dolore e per questo motivo costruiamo la nostra vita in modo da evitarlo.

Eppure il dolore e la sofferenza capitano comunque. Fanno in qualche modo parte della nostra esperienza umana. E forse, quando arrivano, hanno qualcosa da insegnarci.

La paura, il dolore, la sofferenza esistono nella vita di chiunque. Magari solo per qualche attimo, magari per una fase più lunga. Bussano alla nostra porta e non possiamo ignorarlo. Aggiungerei che non ignorarli sia un bene. Perché solo quando li comprendiamo e li accettiamo possiamo passare oltre.

In una situazione incerta è giusto e normale provare paura. Sapendolo possiamo capire di cosa abbiamo esattamente paura, come proteggerci e come andare avanti per la nostra strada con le giuste protezioni e precauzioni.

A volte il dolore si presenta sotto forma di tensione nel nostro corpo. Può essere il segno di tensioni accumulate a livello fisico ed emotivo. Possiamo provare a rimanere in ascolto di questo dolore e capire come mai si forma.

Quale movimento sbagliato abbiamo compiuto, quale posizione scomoda abbiamo assunto, quali carichi emotivi stiamo trasportando. Quando avremo capito la vera causa di quel dolore, potremo provare ad agire per alleviarlo.

Allo stesso modo. quando avremo compreso le reali motivazioni della nostra paura, avremo un’idea più chiara su come agire, come proteggerci, ascoltare la paura e andare oltre.

A volte la paura giunge tra i nostri pensieri come anticipazione di ciò che potrebbe accadere in futuro.

Potremmo forse avere paura di qualcosa che non accadrà mai. Altre volte la paura si rivolge verso qualcosa di molto concreto. In questo caso entrare in azione è più semplice.

Ad esempio, se ho paura di un esame universitario, mi preparo ad affrontarlo studiando. Senza quel pizzico di paura, forse prenderemmo l’esame troppo alla leggera e non ci prepareremmo abbastanza.

Esistono altre paure.

La paura di essere giudicati, la paura di non essere apprezzati, di essere rifiutati, di non venire accettati per ciò che siamo veramente.

Queste paure ci portano ad indossare una maschera, ci impediscono di essere noi stessi. Ma nessuno vorrebbe vivere a metà, dunque meglio calare la maschera e guardare in faccia la paura.

Ogni persona ha le proprie fragilità che la rendono unica.

Solo se ci permettiamo di essere noi stessi con tutte le nostre fragilità possiamo sentirci davvero liberi. E intendo liberi oltre la paura.

La paura può avere dunque mille sfumature. Non è detto che debba essere per forza un ostacolo. Può diventare una nostra alleata.

Come consideri la paura? Amica o nemica? Racconto nei commenti.

Marta Albè

marta.albe@yahoo.it


Scegli il corso online che fa per te:

Crisalide, un percorso tutto al femminile per riscoprire la tua creatività e ravvivare i sogni nel cassetto.

Slow Family, un percorso dedicato ai genitori che vogliono introdurre in famiglia uno stile di vita più sostenibile e consapevole.

2 pensieri su “Oltre la paura

  1. La paura spesso ti corrode, ma superarla è il primo passo per accettare ed essere accettati,
    capirne le motivazioni è il primo passo per andare avanti, nonostante le perplessità che pesano come un masso sul cuore. Ascoltiamo la nostra anima. Namaste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.