consapevolezza

Il potere del silenzio

Il silenzio ha un potere speciale nella vita di ciascuno di noi e, se ci pensi, forse ti basteranno solo pochi secondi per capire quale sia l’effetto benefico che il silenzio ha su di te.

Posso dirti che, nella mia esperienza di vita quotidiana, il silenzio ha un potere rigenerante.

Mai come in questi giorni di autunno inoltrato sento la necessità di immergermi in alcuni minuti di silenzio per ricaricarmi di nuove energie e per sentirmi rigenerata.

Continua a leggere

Standard
consapevolezza

Come fare scelte consapevoli

Fare la scelta giusta e prendere una decisione importante a volte può sembrare davvero complicato.

Per scegliere bene e per decidere in modo consapevole serve tempo per riflettere.

Una scelta consapevole non può basarsi solo sulla convenienza o su quella che può sembrare la strada più semplice.

Certo, è necessario pensare alle conseguenze che potrebbero nascere da una determinata decisione, ma credo che in una scelta consapevole debba entrare in gioco il cuore.

Continua a leggere

Standard
consapevolezza

Una profonda connessione con la natura

Il primo passo per realizzare una profonda connessione con la natura è ricordare che ne sei parte.

Non sei un’entità separata dalla natura, perché i suoi stessi elementi fanno parte di te: pensa all’acqua, all’aria, ai minerali e a tutti gli elementi naturali che in qualche modo sono parte di te o con i quali sei direttamente a contatto ogni giorno.

Ciò che puoi ammirare al di fuori di te in una piccola o grande percentuale fa parte anche di te e, se ci pensi bene, puoi ricordare che oltre la metà del nostro peso corporeo è costituita da acqua.

Continua a leggere

Standard
consapevolezza

Minimalismo in cinque minuti

Non so quanti cambiamenti quasi impercettibili siano in corso nella mia vita in questo momento, credo che me ne renderò conto strada facendo.

La staticità di questi due anni di pandemia ha pesato molto sulla casa in cui vivo, tanto che negli ultimi mesi ho dovuto liberarmi di alcune cose che si sono rovinate, semplicemente stando ferme, a causa dell’usura del tempo, a cui non avevo mai dato molto peso, a dire la verità.

Quando ho dovuto lasciare andare alcuni vecchi libri, una piccola collezione di riviste, una borsa mai usata, ma quasi ridotta a brandelli, e alcune paia di scarpe che in effetti erano molto consumate perché le avevo sfruttate parecchio in passato, ho iniziato a cogliere dei segnali di trasformazione.

Continua a leggere

Standard
consapevolezza

Giugno è il mio mese

Giugno è il mio mese, ma non avrebbe dovuto esserlo, dato che la mia nascita era attesa a settembre.

Non so come mai io sia nata in anticipo, mi chiedo da sempre quale sia il motivo profondo del mio arrivo prima del tempo e, in ogni caso, i mesi di giugno e settembre sono entrambi nel mio cuore.

Devo confessare che, a volte, quando comincio a scrivere, parto da una semplice idea appena nata nella mia mente e non conosco dal principio come si dispiegherà il mio discorso e quali forme prenderà.

Continua a leggere

Standard