crescita personale

Minimalismo in cinque minuti

Non so quanti cambiamenti quasi impercettibili siano in corso nella mia vita in questo momento, credo che me ne renderò conto strada facendo.

La staticità di questi due anni di pandemia ha pesato molto sulla casa in cui vivo, tanto che negli ultimi mesi ho dovuto liberarmi di alcune cose che si sono rovinate, semplicemente stando ferme, a causa dell’usura del tempo, a cui non avevo mai dato molto peso, a dire la verità.

Quando ho dovuto lasciare andare alcuni vecchi libri, una piccola collezione di riviste, una borsa mai usata, ma quasi ridotta a brandelli, e alcune paia di scarpe che in effetti erano molto consumate perché le avevo sfruttate parecchio in passato, ho iniziato a cogliere dei segnali di trasformazione.

Continua a leggere

Standard
crescita personale

Giugno è il mio mese

Giugno è il mio mese, ma non avrebbe dovuto esserlo, dato che la mia nascita era attesa a settembre.

Non so come mai io sia nata in anticipo, mi chiedo da sempre quale sia il motivo profondo del mio arrivo prima del tempo e, in ogni caso, i mesi di giugno e settembre sono entrambi nel mio cuore.

Devo confessare che, a volte, quando comincio a scrivere, parto da una semplice idea appena nata nella mia mente e non conosco dal principio come si dispiegherà il mio discorso e quali forme prenderà.

Continua a leggere

Standard
libri

Quel che affidiamo al vento

Numerosi libri che attendevano da tempo di essere letti si stanno facendo spazio nella mia vita e mi stanno conducendo per mano altrove.

Dopo aver letto Finché il caffè è caldo e, più di recente, Quel che affidiamo al vento sto viaggiando metaforicamente per le strade di Tokyo e del Giappone.

Altri romanzi e saggi mi stanno permettendo di conoscere meglio la Cina e la Corea.

Sto anche imparando qualche parola delle affascinanti lingue di questi Paesi e mi sto lasciando cullare dalle storie e dai racconti più o meno autobiografici che mi conducono lontano nel tempo e nello spazio.

Continua a leggere

Standard
crescita personale

Cominciare la giornata con gratitudine

Le mie giornate cominciano in modo diverso da quando, da qualche anno, ho un diario della gratitudine.

Esprimere gratitudine in forma scritta mi permette di tenere traccia delle mie giornate e dei miei pensieri da una prospettiva di apertura e accoglienza.

Cominciare la giornata con un pensiero di gratitudine è per me il modo perfetto per ricordare che ho già a disposizione tutto ciò di cui ho bisogno e che nella mia vita quotidiana non manca nulla di indispensabile.

Continua a leggere

Standard
crescita personale

Accettare il momento presente

Accettare il momento presente significa accogliere le cose come sono senza giudicarle, osservare emozioni e pensieri senza lasciarci coinvolgere.

Sembra difficile, ma possiamo impararlo passo dopo passo attraverso la meditazione, che ci permette di esercitare la consapevolezza del momento presente.

Accettazione significa vedere le cose così come sono nel momento presente.

Guarigione significa accettare le cose così come sono.

Continua a leggere

Standard