natura

I primi segnali d’autunno

Amo i confini, i margini, le soglie, le fasi di transizione e i momenti di passaggio.

Li amo perché sono cruciali, trasformativi, catartici, un potente balsamo per l’anima che tutto risana e che rinnova ogni cosa.

Rinnova me stessa, la mia visione e il mio modo di vivere.

Un modo di vivere più aperto, sempre più impegnato nel coltivare relazioni positive e nella ricerca della vita all’aria aperta, di luoghi puliti dove camminare e respirare.

Continua a leggere

Standard
consapevolezza

Una profonda connessione con la natura

Il primo passo per realizzare una profonda connessione con la natura è ricordare che ne sei parte.

Non sei un’entità separata dalla natura, perché i suoi stessi elementi fanno parte di te: pensa all’acqua, all’aria, ai minerali e a tutti gli elementi naturali che in qualche modo sono parte di te o con i quali sei direttamente a contatto ogni giorno.

Ciò che puoi ammirare al di fuori di te in una piccola o grande percentuale fa parte anche di te e, se ci pensi bene, puoi ricordare che oltre la metà del nostro peso corporeo è costituita da acqua.

Continua a leggere

Standard
meditazione

Meditazione dei pensieri come nuvole

Quando mediti, puoi immaginare che i tuoi pensieri siano come nuvole che scorrono nel cielo.  

Le nuvole sono passeggere, vanno e vengono, cambiano forma, proprio come i pensieri che compaiono nella tua mente durante la meditazione

Dato che i pensieri sono fugaci e mutevoli esattamente come le nuvole, è inutile aggrapparsi ad essi o inseguirli, tentare di scacciarli, bloccarli o annullarli. 

Come dovresti comportarti con i pensieri durante la meditazione?

Ora ti spiego tutto.

Continua a leggere

Standard
consapevolezza

Giugno è il mio mese

Giugno è il mio mese, ma non avrebbe dovuto esserlo, dato che la mia nascita era attesa a settembre.

Non so come mai io sia nata in anticipo, mi chiedo da sempre quale sia il motivo profondo del mio arrivo prima del tempo e, in ogni caso, i mesi di giugno e settembre sono entrambi nel mio cuore.

Devo confessare che, a volte, quando comincio a scrivere, parto da una semplice idea appena nata nella mia mente e non conosco dal principio come si dispiegherà il mio discorso e quali forme prenderà.

Continua a leggere

Standard